Ripresa economica post-covid19: Bilanci trasparenti e orientati al futuro; Incentivi per favorire la capitalizzazione delle aziende.

Intervista con Massimiliano Bonacchi

Contabilizzare i costi del lockdown e presentare bilanci più trasparenti. Così l’accounting può aiutare le imprese del territorio. Lo spiega nell’intervista il prof. Massimiliano Bonacchi.

Prof. Bonacchi, in che modo l’accounting potrebbe dare una spinta per far ripartire l’economia?

Quello che consiglio alle aziende, nel momento in cui si troveranno a ripartire – il prima possibile, si spera – è una buona contabilizzazione dei costi sostenuti in questo periodo. Alla base di qualsiasi contributo erogato dalla mano pubblica o di qualsivoglia futuro piano industriale, ci dovrà essere la massima trasparenza dei dati di bilancio.

Si spieghi meglio.

Da marzo a maggio 2020, per molte aziende non ci sono ricavi ma solo costi. Se tramite il bilancio, riescono a identificarli bene e a certificarli, può essere la base per potere, successivamente, chiedere alla politica di dare contributi.

Le banche è vero che ti daranno i quattrini ma se fino a 25.000 euro la garanzia è al 100%, in alcuni altri la garanzia sarà al 90%. Quindi la banca, dovrà sempre fare un’istruttoria fidi. L’Alto Adige, col suo sistema bancario potrebbe essere favorito.

Perché?

Noi avendo tre banche di relazione, in questo periodo possiamo approfittare di canali più brevi tra istituto di credito e imprenditore che magari si conoscono da trent’anni. Ciò fa sì che i soldi possano arrivare già l’indomani anche se l’istruttoria ha tempi più lunghi. 

Alcuni suoi colleghi dell’Università di Padova hanno suggerito di considerare i costi di questi mesi di chiusura a causa del coronavirus alla stregua di costi di impianto e di ampliamento. Che ne pensa?

Non so se vi si arriverà. Quello che bisognerà fare è far capire che si tratta di costi eccezionali che si sono caricati in conto economico senza avere i ricavi corrispondenti. Presupposto per rilevare i costi in conto economico è che ci sia un matching contabile ovvero che ci sia un ricavo che attira quei costi. In questi mesi, ciò sicuramente non si è verificato e, pertanto, andrà spiegato.

In che modo?

In sede di presentazione di bilancio, bisognerà redigere una nota integrativa più attenta a separare i costi sostenuti sotto emergenza covid, ma soprattutto una relazione sulla gestione che assomigli allo “Strategic Report” inglese.[1] Lì si spiegano le prospettive, quali sono gli investimenti che si faranno in futuro e come si intende superare le difficoltà.[2] Se si chiede un finanziamento bisogna avere la possibilità di spiegare a chi ti finanzia come impiegherai i soldi. Tenderei inoltre a vedere questa concessione di contributi alle imprese non come un’azione disgiunta da una richiesta di cambiamento, di sviluppo.

Ovvero legare i contributi a condizionalità?

Diciamo che possiamo collegarli a degli incentivi a ricapitalizzare le imprese. Perche’ dopo la crisi i bilanci aziendali saranno stati caricati da debiti, nella migliore delle ipotesi, e da perdite nella peggiore. Occorrono, invece, dei bilanci in ordine per crescere

Diamo agli imprenditori una prospettiva di 5 anni e diciamo loro: se tu nei prossimi 12 mesi investi nuovi capitali di rischio nell’impresa, hai diritto ad un 20% di credito d’imposta all’anno fino a che, e se, quei capitali permangono in azienda. In questo modo il capitale immesso dal socio ritorna in azienda sotto forma di credito di imposta alla fine del quinquennio. Uno dei motivi per cui le nostre imprese sono sottocapitalizzate è che c’è un vantaggio a tenersi i soldi e investirli in prodotti finanziari o immobili pagando un’imposta sostitutiva, mentre l’impresa prende soldi in prestito deducendo gli interessi passivi. Ma non possiamo farne una colpa agli imprenditori che sono soggetti razionali. Occorre creare gli incentivi e le condizioni che aiutino a riequilibrare la situazione. 


[1] Su Strategic Report si veda: https://www.frc.org.uk/accountants/accounting-and-reporting-policy/clear-and-concise-and-wider-corporate-reporting/narrative-reporting/guidance-on-the-strategic-report

[2] Si veda per esempio le domande cui un investitore/finanziatore cerca risposta: https://www.frc.org.uk/medialibraries/FRC/FRC-Image-Library/COVID-19-Inforgraphic-Mar-20.jpg

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*